• ecocleo.com

Planet or Plastic. Mostra del National Geographic a Bologna

Il 13 aprile 2019 una mostra dal titolo provocatorio "Pianeta o plastica" è stata aperta nella e storica Bologna, nel complesso museale di Santa Maria della Vita. L'iniziativa è stata organizzata nell'ambito della campagna internazionale del National Geographic.


 


La mostra mostra come la plastica ampiamente disponibile abbia cambiato la nostra vita. La plastica è utilizzata nei campi di elettronica, sanità e trasporti. È il materiale più comune utilizzato per la produzione di articoli di uso quotidiano. Sembra che il mondo moderno non possa farne a meno. La quantità totale di plastica prodotta fin ora è di 8,3 miliardi di tonnellate, di cui 6,3 sono rifiuti che non si decomporranno nei prossimi 400 anni.


 


La mostra "Planet or Plastic" evidenzia il fatto che la caratteristica più importante della plastica, che è la forza e la resistenza, è diventata la più grande minaccia per il nostro pianeta. La plastica non riciclata si accumula nell'ambiente e non essendo biodegradabile, va a finire negli oceani, accumulandosi in grandi isole galleggianti e mettendo in pericolo la vita degli animali marini: infatti, nel tempo i rifiuti di plastica si scompongono in pezzi più piccoli che vengono mangiati da pesci, balene e uccelli.


Il curatore della mostra Marco Cattaneo, direttore del National Geographic Magazine in Italia, in collaborazione con la scrittrice Alessandra Violi, ha mostrato non solo le fotografie dei grandi reporter del National Geographic, ma anche l'opera artistica originale di Mandy Barker. Un’artista che ha deciso di raccogliere rifiuti di plastica da tutto il mondo e mostrare come appare la plastica abandonata nell’ambiente. I redattori di Ecocleo hanno avuto l'opportunità di visitare questa mostra e scoprirne il valore estetico unico. Il grande interesse e l’impatto emotivo sui visitatori mostra come l'arte illustri efficacemente il problema dell'inquinamento del nostro pianeta.


 


Un ulteriore elemento della mostra è stata la proiezione del film documentario“Before the Flood” prodotto e interpretato da Leonardo di Caprio e diretto da Fisher Stevens. Il film, candidato agli Oscar come miglior documentario, è stato trasmesso da National Geographic, descrive chiaramente i fenomeni che si verificano nell'ambiente naturale, a causa dei cambiamenti climatici e dall'accumulo di materie plastiche. Nel film la star di Hollywood Leonardo Di Caprio si pone come "Messaggero di Pace” e a nome delle Nazioni Unite sottolinea il ruolo e l'importanza del comportamento dei consumatori nella lotta contro i rifiuti sul nostro pianeta.


 


La mostra durerà fino al 22 settembre 2019.


 


redattori ecocleo.com





  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon

© 2019 ecocleo sp. z o.o., all rights reserved